Italiani in vacanza: giugno mese top per le prenotazioni

Foto by meteogiuliacci.it

In Europa le vacanze sono distribuite durante l’anno, come le prenotazioni, in Italia si continua a viaggiare per lo più in estate e concentrando le decisioni pochi mesi prima della partenza

Gli italiani si preparano a prenotare le vacanze. In Italia il mese top per le prenotazioni è giugno, con un aumento del 57% nel 2017 rispetto all’anno precedente. Criteo, azienda tecnologica specializzata in commerce marketing, presenta il Summer Travel Report 2018, lo studio che analizza il comportamento dei consumatori in tema di vacanze estive, prendendo in esame oltre tre miliardi di prenotazioni all’anno nel settore del travel negli ambienti desktop, mobile e app.

Il mese di giugno si rivela il mese delle prenotazioni in tutto il Sud Europa. A giugno 2017 si è registrato un aumento del 65% delle prenotazioni online rispetto alla media del quarto trimestre dell’anno precedente. Questo aumento è stato ancora più considerevole per le Ota, che hanno registrato un +78%. In generale il dato di crescita anno su anno è stato del 23% per questa regione.

L’Italia non fa eccezione, con un +57% nel giugno del 2017, mese nel quale si registra il picco delle prenotazioni, che cominciano ad aumentare gradualmente a partire dal mese di marzo. La percentuale di crescita per l’intero periodo estivo è del 46%.

Qual è dunque la tendenza fra gli italiani? Mentre in altri Paesi europei, come Germania e Uk, le vacanze sono distribuite durante tutto l’anno, e così le prenotazioni, gli italiani continuano a viaggiare per lo più in estate e concentrano le decisioni pochi mesi prima della partenza.

Nel periodo estivo anche l’adozione del mobile è un dato in crescita: nel Sud Europa le prenotazioni da mobile sono cresciute del 46% nel quarto trimestre del 2017 contro un +4% per le prenotazioni da desktop. In tutto il 2017, la quota del mobile è cresciuta da 3 a 10 volte più velocemente rispetto al desktop.

In Italia il mese di giugno si conferma molto proficuo anche per le prenotazioni da mobile: la percentuale è salita dal 22% al 32%, se confrontata con la quota del quarto trimestre del 2016. I maggiori beneficiari delle prenotazioni da mobile sono le Ota.

Inoltre, fino all’80% delle prenotazioni last minute avvengono su dispositivi mobili anche per pacchetti vacanze, voli aerei, appartamenti e hotel.

Infine, si pone sempre di più il focus dei retailer sulle mobile e shopping app, che registrano in Italia un tasso di conversione 3 volte superiore a quello del web mobile.

Fonte: http://www.guidaviaggi.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *